Menu Filtra
user_login

Castello Sforzesco di Vigevano Lo Spettro di Beatrice d'Este e le sue dame

Castello sforzesco, Piazza Ducale, 20, 27029 Vigevano PV

Castello Sforzesco di Vigevano

Castello sforzesco, Piazza Ducale, 20, 27029 Vigevano PV
Accesso al luogo: Pubblico
Stato di Conservazione: Buono
Accesso con animali: da verificare

Tag: apparizioni, beatrice d'este, castello, fantasmi, loggia delle dame, ludovico sforza, vigevano

Anche se ricco di storia, il castello di Vigevano, al contrario di ogni castello che si rispetti, è carente di leggende legate alla sua esistenza e, soprattutto, sembrano mancare eventi o figure soprannaturali. Tuttavia, per trovare una leggenda su spettri e fantasmi, basta dirigersi verso l’ala del maschio in cui erano ubicati gli appartamenti della Duchessa e delle sue dame. Questo lato del castello comprende tante grandi stanze, i cui elementi identificativi sono la bramantesca “loggia delle dame” e il cosiddetto “passaggio aereo”, che collega l’ala stessa alla falconiera;

loggiadelledame

Passaggio aereo e loggia delle Dame

entrambe furono commissionate da Ludovico Il Moro a Donato Bramante (l’architetto che progettò la Basilica di San Pietro a Roma) e a Leonardo da Vinci. Lavoranono fianco a fianco per trasformare il maniero – il cui primo nucleo risale all’epoca longobarda – in una dimora signorile, degna di un nobile rinascimentale. In questi appartamenti, dal 1491 al 1497, venne a risiedere la giovane Beatrice D’Este, moglie di Ludovico Sforza detto “il Moro”. A lui si deve lo sviluppo e lo splendore del castello, che possiamo ammirare ancora oggi. Amatissima dal marito, Beatrice, dopo avergli dato due figli, morì di parto alla terza gravidanza, a sei anni dalla nascita del primogenito, lasciando il marito Ludovico nella più totale disperazione. Dopo la morte della duchessa, l’ala non fu più abitata.

La leggenda vuole che, nelle calde notti estive, gli spiriti della dame di corte di Beatrice amino passeggiare nottetempo nei loggiati degli appartamenti femminili del castello.

Da questo episodio derivano numerose segnalazioni che riguardano una sagoma dalle sembianze femminili, affacciata a una finestra della strada interna al maniero, così come luci misteriose apparse di notte in una stanza a cui nessun essere umano è concesso accedere per ragioni di sicurezza e – cosa più singolare ancora – in orari notturni, ovvero quando il castello è chiuso al pubblico.

Loggia delle dame – ricostruzione grafica virtuale di Mario Castellani per Vigevano nel tempo La loggia delle dame e il mito del giardino

Loggia delle dame e il mito del giardino – ricostruzione virtuale di Mario Castellani.

Si dice che in alcune foto realizzare in loco da ricercatori – foto che, al momento, non siamo stati in grado di reperire – si scorga il viso di una bambina circondata da altre entità, anche loro affacciate ad una finestra della strada; in altri scatti, una sorta di nebulosa blu.

Gli stessi ricercatori, attraverso accurate rilevazioni, in più punti del castello hanno riscontrato notevoli sbalzi a livello energetico. Sempre secondo alle notizie in circolazione, sembra che non siano mancate le sorprese anche dal punto di vista acustico.  Nei pressi della sala – detta dell’Affresco – i registratori E.V.P. (l cosiddetto fenomeno delle “voci elettroniche”, Electronic Voice Phenomena), pur essendo spenti hanno catturato suoni di origine misteriosa, non uditi da essere umano.

Autore:


Staff

Misteri dell'autore: 92

Qual è la tua opinione su "Castello Sforzesco di Vigevano"?

Lascia la Tua recensione:

  • Mystery Rating

    La Tua valutazione su questo mistero

    Dai un rating.

Inserisci il tuo nome.

Email non valida.

Inserisci il titolo.

Inserisci un commento.