Menu Filtra
user_login

I Diavoli de La Zisa Il tesoro nascosto nel castello della Zisa

Castello della Zisa, Piazza Zisa, Palermo (PA)

I Diavoli de La Zisa

Castello della Zisa, Piazza Zisa, Palermo (PA)
Accesso al luogo: Pubblico
Stato di Conservazione: Ottimo
Ticket: Da €1 a €6
Orario: da Martedi a Domenica (9,00-19,00) Lunedì (9,00-13,45 )
Accesso con animali: consentito

Tag: castello, diavoli, leggenda, normanni, tesoro nascosto

Il palazzo de La Zisa (dall’arabo al-ʿAzīza, ovvero “la splendida”) sorgeva fuori le mura della città di Palermo, all’interno del parco reale normanno, il Genoardo (dall’arabo Jannat al-arḍ ovvero “giardino o paradiso della terra”), che si estendeva con splendidi padiglioni, rigogliosi giardini e bacini d’acqua da Altofonte fino alle mura del palazzo reale. L’etimologia de La Zisa ci viene spiegata da  Michele Amari che, nella sua Storia dei musulmani di Sicilia così scriveva:

« Guglielmo … rivaleggiando col padre … si mosse a fabbricare tal palagio che fosse più splendido e sontuoso di que’ lasciatigli da Ruggiero. Il nuovo edifizio fu murato in brevissimo tempo con grande spesa e postogli il nome di al-ʿAzîz, che in bocche italiane diventò «la Zisa» e così diciamo fin oggi» (Cit. Wikipedia).

Il Castello de La Zisa è l’esempio più rappresentativo di architettura fatimida di età Arabo-Normanna.

Palermo-Zisa

Particolare lato Sud de La Zisa

La costruzione dell’edificio fu iniziata nel 1165 da Guglielmo I detto “il Malo” e fu portata a termine dal figlio Guglielmo II detto “il Buono” intorno al 1175.

Visitare il castello de La Zisa è un’esperienza unica e meravigliosa: di colpo ci si sente proiettati in tempi passati, pieni di fascino e magia di terre lontane.

Nella struttura sono esposti rari esempi di arte araba normanna, ma ciò che più attira i visitatori e alimenta la nostra leggenda, sono i cosiddetti “diavoli de La Zisa”.

diavoli della Zisa

I Diavoli de La Zisa

Si tratta di un affresco dipinto nell’intradosso dell’arco di ingresso alla sala della fontana, il quale raffigura personaggi mitologici detti “diavoli” poiché risulta estremamente difficile contarne l’esatto numero, ed è proprio qui che inizia il nostro mistero.

diavoli

Affresco dei Diavoli per intero

Una leggenda popolare vuole che nel castello sia nascosto un enorme tesoro in monete d’oro, capace di risolvere il problema della povertà in tutta Palermo, custodito appunto dai diavoli, che con i loro continui movimenti impediscono a chiunque di contarli esattamente e quindi di risolvere l’enigma secondo il quale contando esattamente i diavoli il tesoro verrebbe ritrovato.

La difficoltà di contare esattamente i diavoli de La Zisa sembra spiegata dal fatto che alcune delle figure siano molto piccole e altre non intere, creando in chi li osserva da una certa distanza un’illusione ottica, per cui le persone che li osservano contandoli si confondono e sbagliano il conteggio.

Curiosità:

Questa leggenda ha generato un detto popolare a Palermo:

“E chi su, li diavoli di La Zisa?” (E che sono, i diavoli de La Zisa?)

espressione usata quando non tornano i conti.

Telefono: +39 091 652 0269

Autore:


Staff

Misteri dell'autore: 92

Qual è la tua opinione su "I Diavoli de La Zisa"?

Lascia la Tua recensione:

  • Mystery Rating

    La Tua valutazione su questo mistero

    Dai un rating.

Inserisci il tuo nome.

Email non valida.

Inserisci il titolo.

Inserisci un commento.