Menu Filtra
user_login

Israele, scoperto #dolmen gigante Il #mistero delle incisioni

In Galilea, nei campi del kibbutz Shamir, trovata una tomba in pietra risalente a 4 mila anni fa. Sul «soffitto» presenta dei graffiti che non hanno eguali nella regione

Il dolmen gigante scoperto nei campi del kibbutz Shamir, in alta Galilea

Il dolmen gigante scoperto nei campi del kibbutz Shamir, in alta Galilea

Gli archeologi sono convinti che la siccità, il freddo e la carestia abbiano spazzato via dal Levante le civiltà della prima Età del Bronzo. Eppure la scoperta del dolmen nei campi del kibbutz Shamir ha convinto gli studiosi che la catastrofe possa aver risparmiato alcune popolazioni: non hanno lasciato città o altri reperti, ma l’operazione monumentale indica che la società doveva essere organizzata in gerarchie. «Hai bisogno di radunare abbastanza gente, nutrirla, alloggiarla, devi essere in grado di progettare la struttura e costruirla. E ci vuole un capo, qualcuno che ordini a tutti che cosa fare. Un lavoro imponente che ha modificato il profilo del panorama, ha completamente cambiato la struttura del terreno», spiega il professor Gonen Sharon, autore della scoperta, al giornale online «Times of Israel».

Le incisioni sul dolmen (Ansa)

Le incisioni sul dolmen (Ansa)

La pietra più grande è incisa all’interno, sul soffitto del dolmen: linee rette che arrivano al centro di un arco, «un disegno unico per il Medio Oriente», spiega Uri Berger dell’Autorità israeliana per le antichità. Sotto sono stati trovati i resti di un uomo, una donna e un bambino, circondati da offerte come vasi di ceramica e pietre colorate da inanellare nelle collane. Il significato dei simboli resta misterioso, sono però considerati un altro segno che i popoli di queste regioni tra Israele, il Libano, la Giordania e la Siria non sono balzati indietro nel tempo tornando alla pura vita nomade. Sulle colline della Galilea sono sparsi 400 dolmen, non imponenti come quello scoperto da Sharon, e 5.600 sono stati individuati nel Golan, le alture catturate ai siriani dall’esercito israeliano cinquant’anni fa, durante la guerra dei Sei giorni.

di DAVIDE FRATTINI

Ancora nessun commento!