Menu Filtra
user_login

#Svelato il #mistero della particolare posizione del #Santuario di #Machu #Picchu

 

 

A quanto pare, il celebre Santuario storico di Machu Picchu, situato nella valle dell’Urubamba, Perù, fu costruito in una posizione così impervia e inaccessibile per via del complesso sistema di faglie e fratture che si estende in quel territorio.

Abbiamo sempre sentito parlare dei Romani, maestri d’architettura e ingegneria, che con le loro invenzioni hanno fatto la storia. Ma un altro popolo, a quanto pare, si contende questa fama: gli Inca.
Grazie agli studi geologici dell’Università Federale del Rio Grande do Suldel, presentati durante un evento organizzato dalla Geological Society of America, è emerso che gli Inca avevano grandi capacità architettoniche ma, soprattutto, che erano in grado di sfruttare ampiamente le potenzialità dei siti.

In particolar modo, il Santuario storico di Machu Picchu, una delle sette meraviglie del mondo moderno e patrimonio dell’Unesco, fu costruito in corrispondenza dell’incrocio tra due fratture tettoniche che hanno, in qualche modo, aiutato la sua costruzione e assicurato la sopravvivenza nel tempo. Il geologo Rualdo Menegat, uno dei protagonisti di questa ricerca, ha spiegato che sono state mappate le innumerevoli faglie e le fratture di questa porzione di Ande grazie ad immagini satellitari ed analisi fatte in loco ed è emerso che sono presenti sia fratture molto piccole, anche a livello di singole rocce, sia faglie lunghe oltre i 100 m.

La cosa più sorprendente è che il sistema urbanistico e agricolo della zona è proprio orientato in base a questi difetti geologici così come il nostro mastodontico Santuario.
Le pietre stesse che lo compongono, fornite dalle fratture geologiche, sono tagliate nei punti più fragili, cose che ne ha facilitato di certo la costruzione.

Altri vantaggi offerti da questa inaspettata simbiosi tra il territorio ed il popolo degli Inca sono state la grande disponibilità di acqua fornita dalla disposizione degli strati rocciosi e la facilità di creare un sistema di drenaggio molto efficiente che ha permesso, così, a Machu Picchu di arrivare fino a noi in buone condizioni.

FONTE:SCIENCE DAILY

 

Di Andrea Spinola

Sorgente: tech.everyeye.it

Ancora nessun commento!