Menu Filtra
user_login

Il Vulcano di Monte Busca Il "vulcano" più piccolo del mondo è in Romagna

Vulcano di Monte Busca, via Monte busca 13, 47019, (FC)

Il Vulcano di Monte Busca

Vulcano di Monte Busca, via Monte busca 13, 47019, (FC)
Accesso al luogo: Pubblico
Stato di Conservazione: Ottimo
Accesso con animali: consentito

Tag: fuoco, inferno, Vulcano

In Romagna, in località Inferno – presso il podere Ca’ Forte, vicino a Portico, sulle colline di Tredozio, ci si può imbattere in quello che è considerato il vulcano più piccolo del mondo. Uno spettacolo particolare e interessante: si chiama fenomeno delle fontane ardenti e durante la Seconda Guerra Mondiale è diventato utile per cucinare o segnalare la propria presenza; non si tratta di un vero vulcano come lo immaginiamo (con camera magmatica, ecc.) ma di emanazioni di idrocarburi gassosi che a contatto con l’ossigeno dell’aria si infiammano, restando costantemente accesi.

vulcano mb

Il Vulcano di Monte Busca

Nei pressi di Tredozio, in provincia di Forlì-Cesena, si raggiunge la località Inferno da Portico, sulla strada provinciale n°22 in direzione Tredozio, al km 7+700 oppure da Modigliana, direzione Monte Busca.

Lo storico Leandro Alberti, nel suo libro: “Descrittione Di Tutta L’Italia”, cita il vulcano di Monte Busca per la prima volta.

Alcuni brevi cenni su Leandro Alberti:

storico bolognese (1479-1539), entrò nell’ordine domenicano nel 1493 e dopo aver completato i suoi studi teologici e filosofici fu chiamato a Roma dal Maestro Generale Francesco Silvestro Ferrarsi, nel 1528. Nel 1517 pubblicò in sei libri un trattato sugli uomini più illustri del suo ordine, libro che verrà poi tradotto in molte lingue. Oltre a numerose Vite di Santi e una storia sulla Madonna di San Luca e sul Monastero che ne porta il nome, Alberti pubblicò una cronaca sulla sua città natale: Historia di Bologna.

alberti manoscritto

Leandro Alberti “Descrittione Di Tutta L’Italia”

La fama di Leandro Alberti resta però legata alla sua “Descrittione Di Tutta L’Italia”, in cui si trovano numerose osservazioni topografiche ed archeologiche e da cui è tratto il trafiletto sul “vulcanello” di Portico.

Poscia da Portico un miglio discosto vedesi un luogo da gli habitatori del paese dimandato Inferno, ov’è la terra negra et ponderosa, nella quale vi è un buco largo da piedi 4, v’esce una fiamma di fuoco, essendo accesa la terra con un solferino acceso et abbrucia ancora le legna verdi postevi et s’estingue con panni di lana gettativi sopra. Et quivi vicino, ritrovasi assai medaglie d’oro argento e di metallo” (Leandro Alberti, 1588).

Pur non trattandosi di un luogo misterioso, il vulcano più piccolo del mondo resta comunque una meta ricca di suggestione e magia, un fuoco che mai si estingue e che non necessita di cure per la sua fiamma perpetua. ;)

Autore:


Staff

Misteri dell'autore: 92

Qual è la tua opinione su "Il Vulcano di Monte Busca"?

Lascia la Tua recensione:

  • Mystery Rating

    La Tua valutazione su questo mistero

    Dai un rating.

Inserisci il tuo nome.

Email non valida.

Inserisci il titolo.

Inserisci un commento.